2019 Terza Edizione

Torna Picciafuoco

Il 25 e 26 maggio 2019 si terrà la terza edizione di Picciafuoco – micro Festival di Burattini. Due giorni di spettacoli di burattini e una mostra a ingresso gratuito alla Mole Vanvitelliana di Ancona.Spettacoli di quattro compagnie di burattinai/e nazionali alle ore 16.30 e 18.30, una mostra di burattini aperta dalle 16 alle 19 e la presentazione del libro: Piccolo manuale per un burattinaio di Patrizio Dall’Argine.

Programma:

Sabato 25 Maggio 2019:

Ore16-19: La Mostra I burattini di un collezionista. A cura di Brina Babini

ore 16.30: Serafina la furba – Spettacolo di burattini di Teatrino Pellidò – Ancona

ore 18.30: Pepolino Capelverde – Spettacolo di burattini di La casa degli gnomi – Feltre BL

Domenica 26 Maggio 2019:

ore 16-19 La Mostra I burattini di un collezionista. A cura di Brina Babini

ore 16.30: Topolino – Spettacolo di burattini di Teatro Medico Ipnotico – Collecchio PR

ore 17.30: Presentazione del libro: Piccolo manuale per un burattinaio di Patrizio Dall’Argine

ore 18.30: Il miracolo della mula – Spettacolo di burattini di Il Laborincolo – Perugia

La manifestazione, diretta dall’attore e burattinaio Vincenzo Di MaioTeatrino Pellidò, è organizzata da Nie Wiem, con il sostegno e la collaborazione del Comune di Ancona – Informacittà e deMuseo Tattile Statale Omero.

info: vidimaio@gmail.com – tel 3289327246

https://www.facebook.com/picciafuocofestivaldiburattini/

www.niewiem.org

null

Picciafuoco (Micro)Festival

Terza edizione 2019

2018 Seconda Edizione

null

Picciafuoco (Micro)Festival

Seconda edizione

TORNA PICCIAFUOCO, IL (MICRO)FESTIVAL DI BURATTINI DI ANCONA
4 BURATTINAI PROFESSIONISTI, 1 MOSTRA, TANTI BURATTINI
SABATO 28 E DOMENICA 29 APRILE ALLA MOLE VANVITELLIANA

A grande richiesta di bambini e famiglie torna ad Ancona, dopo il successo della prima
edizione, Picciafuoco (micro)Festival di burattini, diretto dal burattinaio Vincenzo
Di Maio di Teatrino Pellidò. Appuntamento sabato 28 e domenica 29 aprile, dalle 16
alle 19.30, alla Mole Vanvitelliana, con quattro burattinai professionisti che
monteranno la loro baracca e i loro burattini, emozionando e meravigliando con i loro
spettacoli piccoli e i grandi.
Picciafuoco ospiterà anche una mostra di Brina Babini, una delle più brave scultrici
di burattini di Italia, che esporrà alcuni dei suoi burattini: ci saranno i personaggi di
Lupin e la banda del Passatore un brigante della Romagna, verranno montati alcuni
teatrini della tradizione italiana e contemporaneamente nei due giorni del festival
Brina Babini scolpirà da un cubo di legno una testa di burattino.
Picciafuoco è organizzato dall’associazione Nie Wiem e Teatrino Pellidò, con il
contributo degli Assessorati alla Partecipazione Democratica e alla Politiche
educative del Comune di Ancona e del Museo Tattile Statale Omero.
Oltre a Teatrino Pellidò di Ancona, Picciafuoco porterà alla Mole Vanvitelliana i
burattini de Il Teatrino di carta di Bologna, di Teatrino dello sguardo di Modena,
e della Compagnia Nasinsù di Bologna.
Il burattino usa un linguaggio analogico, predigitale ed è entusiasmante vedere come
il pubblico si lascia convincere e trasportare nello spettacolo che i burattini realizzano
con semplicità ed efficacia, senza l’ausilio di supporti tecnologici moderni, ma con un
potere rappresentativo e suggestivo per tutte le età.
Ingresso libero.

2017 Prima Edizione

Picciafuoco – micro Festival di Burattini in scena il 2 e 3 giugno 2017 presso il cortile della Mole Vanvitelliana di Ancona, con spettacoli alle 17 e alle 18.30 ad ingresso libero.

Promotori del Festival il Museo Tattile Statale Omero e il Comune di Ancona con gli assessorati alla Partecipazione e alle Politiche educative.

Picciafuoco con l’organizzazione dell’associazione Nie Wiem e la direzione artistica di Vincenzo Di Maio – Teatrino Pellidò, propone quattro spettacoli di burattini a cura di burattinai professionisti e una sala espositiva, al secondo piano del Museo Omero con l’installazione il caffè di Pulcinella e i Burattini pittori, a cura di Simona Gollini.

Durata spettacoli 45 minuti circa, per tutte le età.

Picciafuoco vuole riportare la fiamma allegra e antica dei burattini in città, lasciare che grandi e piccoli vengano a vedere da vicino le teste di legno scolpite, sorprendersi per come si possa attualizzare un tipo di teatro pieno di storia e di tradizione, di come i bambini ignari del lungo passato dei burattini, ne restino affascinati e interessati quanto o più che davanti all’ultima trovata tecnologica.

I burattini sono una parte fondamentale della storia del teatro italiano, apparsi nelle chiese, nelle piazze, nelle fiere più di cinque secoli fa, veicolo di storie, credenze, tradizioni culturali e letterarie, unione tra arte e artigianato, i burattini sono tra i principali esempi della creatività e genialità italiana.

Il burattino si indossa nelle mani, non ha fili, prende in prestito la voce del buratinaio/a, è impertinente, coraggioso, impaurito, abile o tonto, buono e cattivo, vive da vero attore quello che mette in scena, riuscendo a rendere spettacolo sia canovacci del passato che storie contemporanee e nuove.

null

Picciafuoco (Micro)Festival

Seconda edizione