Cervelli di Plastica

In paese hanno autorizzato l’industriale Gino Pet ad aprire una fabbrica che produce la plastica e con essa crea qualsiasi oggetto. In Paese tutti vanno a lavorare lì, e quando escono dal lavoro corrono ai magazzini generali di Gino Pet, a comprare cose di plastica che si romperanno presto e diventeranno rifiuti…. Un bel giorno torna in paese Toni Riduci che insieme alla sua amica Lucilla, scoprirà che dietro la fabbrica e lo strano odore che avvolge il paese si cela un terribile mistero.

Teatrino Pellidò per un mondo meno usa&getta

I semini di Natale

E’ quasi Natale e al piccolo Rumilio è stato proibito chiedere in regalo tablet, videogiochi ecc… Così, nella sua letterina scrive di voler ricevere una sorpresa. Babbo Natale ci pensa un po’, è molto indaffarato a caricare la slitta, poi gli viene l’ idea: il dono sarà un sacchetto di semini raccolti nel bosco, semi di alberi per far screscere un bosco… Rumilio non è per niente felice di questa sorpresa ma il nonno lo aiuterà ad apprezzarla.

Ciccio Ninetto

Spettacolo sull’amicizia e l’avventura: L’amica di Ciccio Ninetto si è trasferita con i suoi genitori nel suo paese d’origine che è proprio dall’altra parte del mare. Ciccio Ninetto va tutti i giorni sullo scoglio aspettando di vederla ritornare… Conosce un pesce che parla, che gli consiglia di andare a cercarla, decide di prendere senza permesso la barchetta del nonno… Una mareggiata lo farà naufragare su un’isola che è un enorme mostro marino dove vive una sirena cattiva che vuol trasformarlo nel suo cameriere….. Si salverà il povero Ciccio Ninetto? Troverà la sua amica?

Giuanni Benforte

Tratto da una fiaba popolare marchigiana, Giuanni è un povero contadino che dandosi la zappa sul piede concepisce un’ idea che gli cambierà per sempre la vita, correrà dei rischi grandissimi ma con il coraggio e l’incoscienza di chi deve per forza trovare una soluzione ai suoi guai, riuscirà nelle sue mirabolanti imprese!!!

Ari ari ciuccio mia caccia i denari

Liberamente tratto da una fiaba popolare italiana

Reginaldo è un vero monello, la scuola lo caccia via, la mamma lo rimprovera e lo manda via, solo Nanni l’Orco lo prende con se a zappare e lavorare nel campo, gli offre da mangiare e da dormire e gli fa un dono magico. Purtroppo Reginaldo da vero sprovveduto dovrà sbagliare più volte, prima di imparare la lezione ed apprezzare i preziosi doni del suo amico Orco.

Geppone e il vento di tramontana

Liberamente ispirato ad una fiaba popolare Toscana, vede contrapporsi il contadino lavoratore e il padrone delle terre sfruttatore e ingiusto, sarà un oggetto magico a risolvere i problemi del povero Geppone e di sua moglie Rosina, non senza una serie di colpi di scena!